famiglia



In data 21 marzo 2014 è stata firmata, dal Ministro della Giustizia, dal presidente dell’Autorità Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza e dal Presidente dell’associazione Bambinisenzasbarre, la Carta dei diritti dei figli di genitori detenuti, primo documento,  in Italia e in Europa, a riconoscere formalmente «il diritto dei minorenni alla continuità […]

La Carta dei Diritti dei Figli di Genitori Detenuti


A In caso di separazione, o scioglimento del matrimonio, o divorzio, o semplicemente fine della convivenza tra i genitori, in presenza di figli, il legislatore ha dovuto affrontare la questione del collocamento della prole. Con il nuovo diritto di famiglia, la REGOLA per l’affido dei figli è l’affido CONDIVISO dei […]

Affido e collocamento del minore in caso di disgregazione del ...



A L’adozione mite non esiste come istituto giuridico. La nostra tradizione giuridica ignora il termine di adozione aperta, come pure il suo opposto logico di adozione chiusa. Conosce invece da tempo due tipi di adozione, che hanno assunto di volta in volta denominazioni diverse. Si è parlatoinfatti di adoptio plena in contrapposizione alla adoptio minus quam plena, di adozione speciale in contrapposizione […]

L’adozione mite: cosa significa?







L’istituto dell’affidamento condiviso è stato introdotto nel nostro ordinamento con la legge n. 54 del 2006 per regolare l’esercizio della responsabilità genitoriale attraverso il principio della bi-genitorialità. Ciò ha fatto in modo che l’affido congiunto divenisse una regola e che l’affidamento esclusivo diventasse una mera opzione. La quale deve essere […]

L’affidamento condiviso e il principio della bi-genitorialità



La valorizzazione dell’ascolto del minore d’età interessa molteplici procedimenti civili: dalle procedure adottive, all’ascolto dei bambini capaci di discernimento e/o degli adolescenti in caso di crisi coniugale e, per finire, lo ritroviamo in correlazione con l’esercizio della funzione della responsabilità genitoriale e il principio ora operante nel nostro ordinamento dell’autodeterminazione […]

L’ascolto del minore