Bambini, tra abuso e maltrattamento


di Barbara Maggi, studentessa – facoltà di Giurisprudenza, Università degli studi “Guglielmo Marconi” di Roma

Siamo nel 2021 e ancora troppi minori subiscono maltrattamenti, fisici e psicologici, all’interno del proprio nucleo familiare. Esistono due tipi principali di maltrattamenti.  Per ciò che concerne i maltrattamenti di tipo fisico generalmente il più diffuso è l’abuso sessuale. Come ha citato il quotidiano La Repubblica molto spesso gli autori di tali maltrattamenti sono da ricercare all’interno delle mura di casa; un tempo le famiglie si basavano su valori sani, oggi ciò è quasi del tutto inesistente. Ad oggi 2 bambini su mille subiscono maltrattamenti e si stima all’anno un numero di piccole vittime che varia dai 10000 ai 21000. E’ un fenomeno molto diffuso e non influiscono su di esso ne le eventuali situazioni degradanti in cui versa la famiglia, ne il reddito, professione dei genitori, titolo di studio degli stessi . Non c’e’ nemmeno un divario tra nord e sud circa il fenomeno. Gli autori di tali reati sono di solito padre ma anche la madre, patrigno o nonni, persone comunque adulte e note alle piccole vittime e cio’ rende il tutto ancor più drammatico poche’ sono persone di cui i minori tendo a fidarsi quasi cecamente. Altro tipo di maltrattamento a cui possono essere sottoposti sono i maltrattamenti psicologici. Questa tipologia, spesso accompagnata anche dal maltrattamento fisico, viene messa in atto dall’ adulto che a sua volta utilizza parole spregevoli che intaccano e minano la sana crescita psicologica e la stessa formazione della personalità del minori nel processo evolutivo. 

L’abuso psicologico viene espletato attraverso intimidazioni, influenze criminali o immorali, violenza assistita, minacce verbali, attribuzioni di colpe, isolamento forzato. I segni comportamentali di un bambino maltrattato psicologicamente sono l’incuria e la trascuratezza circa la sua persona, scatti d’ira,  arroganza nel contesto d’ origine, paura degli ambienti esterni, ricerca di attenzioni favori e cibo, rifiuto del contatto fisico , emozioni congelate e  percezione falsamente forte di se’. I maltrattamenti, sia fisici che psicologici, non fanno altro che rendere ancora piu’ difficoltoso il processo di formazione della personalita’ del minore con conseguenze catastrofiche nella sua stessa vita adulta.

Proprio per questo esistono alcune figure professionali a cui ci si puo’ rivolgere per cercare supporto ed aiutare il minore abusato a superare il trauma subito.  Essi sono per l’appunto psicologo e psicoterapeuta.   Al giorno d’oggi ancora troppo poco si e’ fatto per evitare il verificarsi di tali situazioni, soprattutto in ambito degli abusi di tipo tipo familiare. Dobbiamo ricordare che ogni essere umano ha diritto a condizioni che gli permettono una crescita in maniera sana, priva di abusi di qualunque tipo. I bambini di oggi saranno gli adulti di domani.